Patenti Stradali

Scopri di più sulla Patente che ti interessa..

Scorri verso il basso e seleziona la categoria di Patente desiderata per avere tutte le informazioni necessarie e vedere i veicoli disponibili per esercitazioni ed esami.

Patente AM

Per condurre ciclomotori a 2 o 3 ruote e quadricicli leggeri di cilindrata <= 50 cm³ se a combustione interna o di potenza <= 4 kW  se elettrici , velocità <= 45 km/h, massa a vuoto <= 350 kg, escluse batterie.

Questa patente si può conseguire in Italia a partire da 14 anni, ma abilita alla guida su tutto il territorio UE e SEE dal compimento dei 16 anni, fatta salva la possibilità di altri Stati membri di riconoscere la validità nel proprio territorio di una patente AM rilasciata a 14 anni.

Sostenere l’esame di guida con veicolo dotato di cambio automatico, cioè senza la frizione, abilita alla guida solo di tali veicoli, non consente quindi l’utilizzo di veicoli dotati di cambio di velocità.

Il candidato deve presentarsi all’esame con abbigliamento idoneo e le dotazioni obbligatorie: protezioni delle spalle e dei gomiti, protezione delle ginocchia, casco e guanti motociclistici omologati. Le dotazioni obbligatorie sono fornite gratuitamente dall’autoscuola per le guide e l’esame.

Veicoli disponibili:

 

Numero 5 Scooter Linhai 50 per patente AM cambio automatico

Numero 6 Scooter elettrici Emco Novi per patente AM cambio automatico

Peugeot Scooter booster 50 per patente AM cambio automatico

Fantic Motor Caballero Motard 50 per patente AM senza limitazioni

Patenti A1

Per condurre motocicli di cilindrata <= 125 cm³, o potenza <= 11 kW e rapporto potenza/massa <= 0,10 kW/kg, nonché di tricicli di potenza <= 15 kW.

Macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli.

Questa patente si può conseguire a partire da 16 anni e consente di ottenere, al compimento dell’età richiesta, le Patenti A2, A, B, B1, B+ e BE sostenendo solamente l’esame pratico di guida.

Sostenere l’esame di guida su veicolo dotato di cambio automatico o presa diretta, cioè senza la frizione, abilita alla guida solo di tali veicoli, non abilita quindi alla guida di veicoli dotati di cambio di velocità.

Il candidato deve presentarsi alle guide ed all’esame con abbigliamento idoneo e le dotazioni obbligatorie: protezioni di spalle, gomiti e ginocchia, casco e guanti ad uso motociclistico omologati. Le dotazioni sono fornite gratuitamente dall’autoscuola.

Veicoli disponibili:

Honda CB125F per Patente A1 senza limitazioni

Kawasaki Eliminator 125 per  Patente A1 senza limitazioni

Piaggio Vespa elettrostart 125 per  Patente A1 senza limitazioni

Mbk FlameR 125 per Patente A1 cambio automatico

Scooter elettrico Emco Novum per Patente A1 cambio automatico

Patenti A2

Per condurre motocicli di cilindrata <= 35 kw e rapporto potenza/massa <= 0,20 kW/kg, tali che non derivino da una versione che sviluppi più del doppio della potenza massima consentita, nonché di tricicli di potenza <= 15 kW.

Macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli.

Questa patente si può conseguire a partire da 18 anni.

Sostenere l’esame di guida su veicolo dotato di cambio automatico o presa diretta, cioè senza la frizione, abilita alla guida solo di tali veicoli, non abilita quindi alla guida di veicoli dotati di cambio di velocità.

Il candidato deve presentarsi alle guide ed all’esame con abbigliamento idoneo e le dotazioni obbligatorie: protezioni di spalle, gomiti e ginocchia, casco e guanti ad uso motociclistico omologati. Le dotazioni sono fornite gratuitamente dall’autoscuola.

Veicoli disponibili:

Honda CB 500F per Patente A2 senza limitazioni.

BMW F650 CS depotenziato per  Patente A2 senza limitazioni

Scooter Beverly 500 per Patente A2 cambio automatico.

Patenti A

Per condurre motocicli senza limitazioni, nonché di tricicli di potenza > 15 kW a condizione che il titolare abbia compiuto 21 anni.

Macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli.

Questa patente si può conseguire con accesso graduale a partire da 20 anni, a condizione di essere titolare di Patente A2 da almeno 2 anni, oppure con accesso diretto a partire da 24 anni. In ogni caso occorrerà superare una prova pratica di guida su veicolo specifico.

Sostenere l’esame di guida su veicolo dotato di cambio automatico o presa diretta, cioè senza la frizione, abilita alla guida solo di tali veicoli, non abilita quindi alla guida di veicoli dotati di cambio di velocità. 

Il candidato deve presentarsi alle guide ed all’esame con abbigliamento idoneo e le dotazioni obbligatorie: protezioni di spalle, gomiti e ginocchia, casco e guanti ad uso motociclistico omologati. Le dotazioni sono fornite gratuitamente dall’autoscuola.

Veicoli disponibili:

Honda CB 650F per Patente A senza limitazioni.

Suzuki 650SV per  Patente A senza limitazioni, con sella ribassata per i candidati che hanno problemi di equilibrio su moto di tali dimensioni.

Patenti B1

Per condurre quadricicli diversi da quelli leggeri, di massa a vuoto <= 400 kg o 550 kg se per trasporto cose, escluso le batterie, con potenza nominale netta <= 15 kW.

Non abilita alla guida di alcun motociclo.

Macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli.

Questa patente si può conseguire a partire da 16 anni e consente di ottenere, al compimento dell’età richiesta, le Patenti A2, A, B, B1, B+ e BE sostenendo solamente l’esame pratico di guida.

Sostenere l’esame di guida su veicolo dotato di cambio automatico o presa diretta, cioè senza la frizione, abilita alla guida solo di tali veicoli, non abilita quindi alla guida di veicoli dotati di cambio di velocità.

Il candidato, se alla guida di veicolo aperto (Quad), deve presentarsi alle guide ed all’esame con abbigliamento idoneo e le dotazioni obbligatorie: protezioni di spalle, gomiti e ginocchia, casco e guanti ad uso motociclistico omologati. Le dotazioni sono fornite gratuitamente dall’autoscuola.

Veicoli disponibili: nessuno.

Il candidato deve presentarsi per le guide e l’esame con il proprio veicolo o un veicolo concesso in disponibilità da terzi.

Il veicolo deve rispondere a tutte le disposizioni regolamentari per circolare su strada.

Patenti B

Per condurre autovetture con numero di posti <= 9 e massa massima autorizzata <= 3500 kg.

Macchine agricole, anche eccezionali.

Veicoli delle categorie AM e B1.

Solo sul territorio nazionale abilita alla guida dei veicoli di categoria A1, nonchè tricicli di potenza > 15 kw a condizione che il titolare abbia compiuto 21 anni. Tali annotazioni non sono annotate sulla Patente.

Questa patente si può conseguire a partire da 18 anni.

Con la patente B è possibile guidare anche un complesso di veicoli composto da motrice di categoria B e:

• rimorchio con massa massima autorizzata <= 750 kg, oppure

• rimorchio con massa massima autorizzata > 750 kg, purché la M.C.P.C. del complesso sia <= 3500 kg;

• rimorchio con massa massima autorizzata > 750 kg e M.C.P.C. del complesso > 3500 kg ma <= 4250 kg, a condizione di superare una prova pratica di guida su veicolo specifico. Tale estensione dell’abilitazione della patente B è comprovata dall’apposizione del codice 96 sulla patente.

Per guidare un motociclo all’estero la patente B è valida, senza limitazioni, se conseguita prima del 01/01/1986 o dopo il 26/04/1988; se conseguita fra l’1/01/1986 e il 25/04/1988 è invece necessario sostenere un esame pratico.

Sostenere l’esame di guida con veicolo dotato di cambio automatico, cioè senza la frizione, abilita alla guida solo di tali veicoli, non consente quindi l’utilizzo di veicoli dotati di cambio di velocità.

Il candidato deve presentarsi all’esame con abbigliamento idoneo e documenti validi.

Veicoli disponibili:

Numero 5 Toyota Yaris

Numero 3 Ford Fiesta

Numero 1 Jeep Cherokee

Numero 1 Opel Corsa con cambio automatico

Numero 1 Bmw 118d

Numero 2 Fiat Grande Punto

Numero 2 Wolksvagen Polo

Numero 1 Citroen C3

Numero 1 Renault Clio

Patenti B96

Per condurre un complesso di veicoli composto da motrice di categoria B e un rimorchio con massa massima autorizzata > 750 kg e M.C.P.C. del complesso > 3500 kg ma <= 4250 kg, a condizione di superare una prova pratica di guida su veicolo specifico. Tale estensione dell’abilitazione della patente B è comprovata dall’apposizione del codice 96 sulla patente.

L’esame di guida può essere sostenuto anche contestualmente all’esame per la patente B.

Veicoli disponibili:

Jeep Cherokee con rimorchio trasporto auto.

Patenti BE

Per condurre un complesso di veicoli composto da motrice di categoria B e rimorchio con massa massima autorizzata > 750 kg ma <= 3500 kg, ne deriva che la massa massima autorizzata del complesso è <= 7000 kg.

Questa patente si può conseguire a partire da 18 anni ma successivamente al conseguimento della patente B.

L’estensione BE si ottiene superando un esame teorico orale per chi ha conseguito la patente B prima del 1/12/2013 e un esame pratico su veicolo specifico. Chi ha conseguito la patente B dopo il 1/12/2013, è dispensato da dover fare un nuovo esame teorico e deve sostenere solo l’esame pratico.

Veicoli disponibili:

Jeep Cherokee e Ford Transit 9 posti con rimorchio trasporto cose, centinato.

Patenti Speciali AS e BS

La patente speciale delle categorie AM, A1, A2, A, B1, B, C1, C, D1 e D è valida soltanto per i veicoli aventi le caratteristiche indicate sulla patente stessa.

Per la patente AS che richiede adattamenti al veicolo, il candidato deve presentarsi con la propria moto, equipaggiata con gli adattamenti specifici riportati sul certificato medico della CML.

Per la patente BS disponiamo di una Opel Corsa con cambio automatico e multiadattata dalla Olmedo spa con adattamenti di ultima generazione: 

Adattamenti Kivi K5

Acceleratore elettronico a cerchiello sotto il volante, a interfaccia, con possibilità di accelerare sia tirando il cerchiello verso il volante, sia spingendolo verso il cruscotto.

Leva freno di servizio che rende manuale il comando a pedale del freno che diventa quindi utilizzabile dal braccio destro con una leggera pressione verso il basso.

Centralina al volante per comandi ausiliari completa di Impugnatura a pomello con griffe, sfilabile dal supporto sul volante. Senza lavorazione devio luci.

Inversione pedale acceleratore a sinistra di tipo elettronico. Consente di poter accelerare con il piede sinistro ed è fatto in modo che si possa con facilità ripristinare l’uso dell’acceleratore a destra.

La visita
Per ottenere il rilascio di una delle patenti speciali, il candidato dovrà sottoporsi ad una visita di idoneità presso la Commissione Medica Locale preposta a tale accertamento.

La visita di idoneità, si richiede presentando un certificato medico redatto su un apposito modulo unitamente ad un documento di riconoscimento.
Nel caso in cui il candidato sia già titolare di una patente normale (che verrà trasformata in speciale), questa andrà esibita in luogo del documento di riconoscimento.

La visita può essere richiesta anche presso una Commissione diversa da quella di residenza; in tal caso, tuttavia, è discrezione della stessa accettare o meno tale istanza di accertamento.

Nel corso della visita potrà essere esibita ulteriore documentazione clinica (preferibilmente rilasciata da un servizio di riabilitazione o da uno specialista della malattia invalidante in questione) in possesso del disabile; il disabile può, inoltre, farsi assistere, a sue spese, da un medico di fiducia.
Nel caso che, nel corso della visita e dell’analisi dei certificati anamnestici, la Commissione nutra dubbi circa l’idoneità, si deve procedere ad una prova pratica alla guida su un veicolo “adattato in relazione alle particolari esigenze”. Questo significa che l’idoneità non può essere rifiutata solo sulla base di valutazioni cliniche o documentali.

Il certificato di idoneità rilasciato dalla Commissione Medica Locale è valido 90 giorni.

Dopo il riconoscimento di idoneità e il rilascio del foglio rosa, il disabile potrà esercitarsi alla guida e sostenere gli esami teorici e pratici per il conseguimento della patente utilizzando veicoli con gli adattamenti prescritti. In fase di esame pratico, è facoltà dell’ingegnere della Motorizzazione Civile confermare gli adattamenti ipotizzati dalla Commissione Medica o prevederne di diversi. Lo stesso disabile può richiedere adattamenti diversi da quelli che la Commissione Medica aveva prescritto.

Non è obbligatorio utilizzare, per l’esercitazione alla guida, un veicolo dotato di doppi comandi. Non è obbligatorio utilizzare la propria vettura o quella della scuola guida, l’importante è che la vettura sia adattata con i sistemi prescritti dalla CML.

Nella patente di guida saranno riportati gli adattamenti definitivi: dal disabile potranno essere condotti solo i mezzi provvisti di tali dispositivi di guida. E’ stata abolita la norma che obbligava a trascrivere anche sulla patente la targa dell’auto solitamente utilizzata.

Nel caso in cui il disabile sia già titolare di una patente normale, l’esame di guida non deve essere sostenuto; potrà condurre qualsiasi mezzo purché sia provvisto degli adattamenti indicati nel certificato di idoneità rilasciato dalla Commissione.

I collaudi dei mezzi adattati sono effettuati dalla Motorizzazione Civile; solitamente tali pratiche vengono svolte dalle stesse officine che hanno modificato il mezzo.

Il rinnovo
Per le patenti speciali è prevista una durata della validità di cinque anni, anche se spesso – viste le specifiche situazioni o specifica patologie invalidanti – viene indicata una validità inferiore.

Per il rinnovo della patente di categoria speciale è necessario presentare alla Commissione Medica Provinciale, un certificato medico, redatto su apposito modulo e copia della patente in possesso, richiedendo un appuntamento per la visita di idoneità. Visti i tempi medi di convocazione è consigliabile presentare la richiesta di visita per il rinnovo almeno 90 giorni prima della scadenza della patente.

La patente europea
Fino ad oggi nelle patenti speciali veniva descritto per esteso anche l’adattamento obbligatorio, ad esempio: “cambio automatico, freno a lungo braccio, acceleratore al volante ecc.”.
La nuova patente europea prevede la medesima impostazione e i medesimi codici in tutti i Paesi aderenti all’Unione Europea. Con il recepimento della Direttiva comunitaria che istituisce appunto la patente europea, anche le descrizioni degli adattamenti dovranno essere sostituite da un codice numerico. Su questo specifico aspetto infatti è stata approvata il 14 settembre 2000, un’ulteriore direttiva comunitaria (Dir. 2000/56/CE) che introduce codici comunitari armonizzati per le patenti di guida.

Il Ministero dei trasporti, d’accordo con la Commissione Europea, ha adottato in anticipo codici e procedure utili ad inserire il maggior numero di informazioni possibili sulle nuove patenti di guida, anche per eliminare i fogli aggiuntivi recanti gli adattamenti dei comandi per le patenti speciali.
Queste indicazioni sono contenute nella Circolare del Ministero dei Trasporti, Dipartimento Trasporti Terrestri (ex MCTC) B/45 del 12 giugno scorso.

CONTATTACI VIA EMAIL

9 + 12 =

SCUOLA AUTONAUTICA GATTI

Via Emilia All’Ospizio, 39, 42122 Reggio nell’Emilia RE, Italia

AutoScuolaGatti.it  |  Via Emilia all'Ospizio 39/1  |  42122  |  Reggio Emilia  |  P.I.00079190351  |  Rea. 12345569

informativa cookie policy

©  2017  Powered and Design by  GM System  e  Ai | Web